Fractional CEO – la leva manageriale per le PMI

Fractional CEO – la leva manageriale per le PMI

di Giancarlo Ingenito, Partner yourCEO

 

Nel corso della mia esperienza professionale quasi trentennale, ho avuto rapporti con un numero molto elevato di PMI Italiane.

Ho incontrato tantissimi imprenditori brillanti, talenti, infaticabili innovatori di prodotto, spesso visitando località difficili da raggiungere, tra le colline emiliane, in Valtellina, ovunque!

Ho spesso lavorato al loro fianco, per aiutarli a cambiare paradigma e modello organizzativo.

Lo facevo nella veste di fornitore di tecnologia ma, non potendo limitare il mio ruolo ad un riduttivo rapporto cliente-fornitore, avevo la necessità di proporre nuovi modelli produttivi ed organizzativi, che favorissero l’utilizzo di principi Lean e Kaizen, necessari all’adozione di un sistema produttivo flessibile.

Il livello di coinvolgimento necessario, mi ha portato a collaborare a stretto contatto con il titolare, con il Responsabile di Stabilimento, il Responsabile della Supply Chain e della Logistica, e spesso molti di questi ruoli erano in carico alla stessa persona!

Ma questi rapporti stretti che si sono creati, mi hanno anche dato l’opportunità di conoscere in modo approfondito molte piccole e medie realtà italiane, riuscendo ogni giorno a stupirmi dell’inventiva e della capacità di creare aziende dal nulla, sulla base di un’intuizione e di anni di duro lavoro.

Nel contempo molte di queste aziende avevano almeno altri due fattori in comune:

  • La quasi totale assenza di un pensiero strategico strutturato, di strumenti operativi evoluti (ERP, MRP, MES, CRM), di un piano di comunicazione efficace e ben realizzato, di una struttura R&D a cui fossero dedicate opportune risorse.
  • La presenza del fondatore, spesso in età avanzata, e l’assenza di un piano per il passaggio generazionale, o per la creazione di una struttura manageriale che potesse garantire all’azienda continuità e crescita.

Queste considerazioni diventano, con il passare del tempo, sempre più attuali, tanto da spingermi a suggerire agli imprenditori, spaventati dall’investimento necessario per dotarsi di una struttura manageriale di un certo livello, di valutare questo investimento come tale, quindi in grado di essere misurato da un rientro (ROI), e spesso fondamentale per garantire lo sviluppo futuro dell’azienda.

Ma agli stessi imprenditori ricordo la possibilità di rivolgersi a manager a tempo (fractional) in grado di supportarli nell’individuazione di profili ad alto potenziale presenti in azienda, che possano essere affiancati nella crescita verso ruoli responsabilità.

Nel contempo il Fractional Manager sarà in grado di effettuare un check-up aziendale che possa coinvolgere  le varie divisioni (Vendite, Marketing, Produzione, Supply-Chain, R&D…) ed individuare ed eseguire le azioni necessarie per rendere l’azienda più competitiva. 

Nella stragrande maggioranza dei casi, il supporto del fractional manager sarà concentrato in un paio di giorni alla settimana, per il periodo necessario al completamento del progetto assegnato, garantendo al manager la possibilità di lavorare su più realtà ed all’imprenditore di spalmare l’investimento nel tempo riuscendo nel contempo ad implementare le azioni correttive concordate.

 

  • On 13 gennaio 2020
  • 0 Comments
  • 1 likes

0 Comments

Leave Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *